Get in touch with us

We will be happy to answer your telephone inquiries from 9:00 to 16:00 on weekdays.

You can also contact us by email at touristinfo@visitbratislava.com.

We will be happy to welcome you also in person at the Tourist Information Center during the opening hours:
Monday – Friday: 09:00 – 16:00
Saturday: 10:00 – 15:00
Sunday: closed

Castello di Bratislava

Una volta sede di monarchi, oggigiorno simbolo di Bratislava e sede del Museo storico. Le sue terrazze offrono una vista incomparabile della città.

Il maestoso castello che si innalza su una collina a 80 metri sopra il fiume Danubio è da secoli il simbolo di Bratislava. In virtù della sua ottima posizione la collina è sempre stata popolata – nel corso degli anni vi sono stati, infatti, gli insediamenti dei Celti, dei Romani, degli Slavi e degli Ungheresi. L’aspetto attuale del castello risale al XIII secolo. È in questo periodo che fu costruita la più grande delle sue quattro torri – la Torre della corona. Nel XV secolo il piccolo castello originale fu demolito e venne sostituito dalla struttura che si è preservata fino ai nostri giorni.

Nei secoli successivi furono eseguite diverse modifiche e ristrutturazioni. Fu aggiunta la fortificazione grazie alla quale il castello si trasformò in una fortezza. L’ultima ricostruzione significativa realizzata nel XVIII secolo fece del castello un’opulenta residenza barocca con eleganti giardini alla francese. Nel 1811 tutto il complesso del castello bruciò completamente in un vasto incendio e fu lasciato in rovina.

Il castello fu ristrutturato nella seconda metà del XX secolo. Durante la sua storia il castello è stato residenza dei re ungheresi dove venivano anche custoditi i gioielli per le cerimonie dell’incoronazione. Oggi è soprattutto sede del Museo storico. La missione del museo è di documentare lo sviluppo della società in Slovacchia dal Medioevo fino al presente. La visita del museo comprende oltre alle interessanti mostre anche l’accesso all’interno imponente del Castello. Passate sul lussuoso scalone risalente ai tempi di Maria Teresa e potete continuare fino in cima alla Torre della corona che offre una bellissima vista della città e dei suoi dintorni.

ORARI DI APERTURA:

Nella stagione invernale dal 1° novembre al 31 marzo:
aperto tutti i giorni dalle 9.00 fino alle 17.00 con l’ultimo ingresso alle 16.00

Nella stagione estiva dal 1°aprile al 31 ottobre:
aperto tutti i giorni dalle 10.00 fino alle 18.00 con l’ultimo ingresso alle 17.00

La missione del museo è di documentare lo sviluppo della società slovacca dal Medioevo fino ai giorni d’oggi. Il museo crea, gestisce e studia anche una collezione numismatica che va dai tempi più antichi fino al presente, così come le collezioni riguardanti la storia e lo sviluppo etnoculturale degli slovacchi all’estero.

Ingresso ridotto
sconto del 100 % con la Bratislava Card*

Festival al Castello 

Diversi eventi si svolgono nel cortile del Castello ogni anno durante la rassegna dell’Estate culturale. Tra i più ricercati ci sono gli spettacoli di Shakespeare organizzati nella suggestiva cornice del castello, concerti di musica organistica, ma anche le giornate dei maestri dell’artigianato durante le quali la corte del castello si trasforma in un vivace mercato artigianale. 

Consiglio:

La Torre della corona rappresenta la struttura più antica del castello che si è conservata fino ad oggi. Fu costruita nel XIII secolo come parte del castello preesistente, svolgendo una funzione difensiva. La torre deve il suo nome al fatto che negli anni 1552-1783 (con delle interruzioni) essa abbia custodito i gioielli della corona ungherese. Durante la visita del museo è possibile salire sulla cima della torre che offre una bellissima vista dell’intera città.

La camera del tesoro: nella camera del tesoro vengono custoditi oggetti particolari di uso quotidiano, soprattutto per allestire la tavola, ma anche oggetti con una funzione decorativa e di rappresentanza, provenienti innanzitutto dalla Slovacchia, dall’Austria e dalla Germania e risalenti al periodo dal XVII secolo fino alla prima metà del XX secolo.

This site uses cookies. By continuing to view this site, you agree to their use. Information on the use of cookies.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close